Chiesa di Santa Maria a Cortenuova


Chiesa di Santa Maria a Cortenuova
Se da Empoli, nei pressi del borgo di Pontorme, si segue la strada che porta a Montelupo, si arriva in località Cortenuova. Qui si trova la Chiesa di Santa Maria a Cortenuova, citata nella prima metà del XII secolo e ristrutturata internamente dopo il 1970.

Nella Chiesa, suddivisa in tre navate, si può ammirare "L'Annunciazione" di Cenni di Francesco e i "Santi Lucia e Sebastiano adoranti la Vergine" opera realizzata nel XVII secolo da Francesco Ligozzi.
Quest'ultimo ha realizzato anche la "Crocifissione" che si può ammirare presso la Chiesa di San Giovanni Battista in Pantaneto situata tra Empoli e Monterappoli.

Chiesa di San Pietro a Marcignana

chiesasanpietro
Chiesa di San Pietro
Nei pressi di Marcignana, dove l'Elsa confluisce con il fiume Arno, si trova la Chiesa di San Pietro, una bella costruzione romanica che risale al XII secolo.

Al suo esterno, la Chiesa si presenta con un basamento in pietra nella parte inferiore, e in laterizio nella parte superiore, con palesi richiami alla Chiesa di San Giovanni evangelista a Monterappoli.

Il suo interno a navata unica, custodisce una splendida "Croce dipinta" attribuita al Maestro di San Martino a Mensola e risalente al XIV secolo, e un dipinto di Ridolfo del Ghirlandaio eseguito tra il 1509 e il 1511 che raffigura la "Madonna in trono col Bambino tra i SS. Pietro, Girolamo, Lucia e Apollonia".

Chiesa di San Michele a Pianezzoli

sanmichelepianezzoli
Chiesa di San Michele a Pianezzoli
Situata in località Pianezzoli, la Chiesa di San Michele che oggi possiamo ammirare è frutto di diverse ristrutturazioni avvenute nel 1700, anche se la chiesa risulta già citata in alcuni documenti della fine del XII secolo.

Nel suo interno si trova uno splendido pulpito in marmo proveniente dalla chiesa di San Pancrazio di Firenze - fattovi trasferire nel 1750 dalla famiglia dei marchesi Riccardi, già proprietari della vicina Villa del Terrafino - risalente alla seconda metà del XV secolo, e un dipinto posto sull'altare maggiore eseguito dal Cigoli raffigurante la "Vergine con Bambino tra San Michele Arcangelo e San Pietro".

Chiesa di San Michele a Pontorme

pontormesanmichele
Chiesa di San Michele a Pontorme
Situata nelle immediate vicinanze di Empoli in località Pontorme dove nacque i famoso pittore Jacopo Carrucci detto il Pontormo. E' ricordata fin dal 1192 come una delle 30 Chiese che facevano parte del piviere di Empoli.

La Chiesa, - che ha subito notevoli ristrutturazioni nel corso dei secoli - conserva esternamente la facciata romanica, completamente in mattoni sulla quale sono murati diversi stemmi. L'interno, invece venne rifatto nei primi anni del 1800 e custodisce pregiate opere d'arte.

dipinto_pontorme
Dipinto del Pontorme
S. Giovanni Evangelista e S. Michele
Foto fonte: Wikipedia
In particolare, sopra l'altare, insieme ad un Crocifisso ligneo, si trova la pregiata Pala del Pontormo, una delle opere più importanti del pittore Jacopo Carrucci eseguita intorno al 1519 e raffigurante "San Giovanni Evangelista e San Michele Arcangelo".

Sempre al suo interno si trova un fonte battesimale con tazza marmorea del XV secolo, e un imponente ciborio (tabernacolo) di Girolamo Macchietti risalente al 1576.

 

 

Chiesa di San Martino a Pontorme

sanmartinopont
Chiesa di San Martino a Pontorme
Poco distante dal borgo medievale di Pontorme – oggi completamente inglobato nell’insediamento urbano di Empoli – si trova la Chiesa di San Martino a Pontorme.
La Chiesa, che conserva al suo esterno le tracce del periodo romanico, come l’abside, la facciata coronata da archetti intrecciati e il campanile a vela, viene ricordata per la prima volta in un documento del 1192, periodo in cui si trovava sotto il patronato della nobile famiglia toscana dei Frescobaldi, come testimonia lo stemma in facciata.

Al suo interno sono custodite opere di grande pregio come due piccole tavole poste sull’arcata presbiteriale facenti parte di un polittico del quale manca la parte centrale e che rappresentano Santi (Sant'Antonio abate, San Michele arcangelo, San Martino, San Gregorio, San Lorenzo) e Sante (Sant'Agata, Sant'Apollonia, Santa Lucia, Santa Caterina d'Alessandria).

E’ inoltre possibile ammirare un affresco quattrocentesco attribuito a Pier Francesco Fiorentino, con i Santi Sebastiano e Rocco. Di notevole interesse una scultura in terracotta, rappresentante la “Madonna col Bambino”, attribuita a Michele da Firenze.