Pieve dei Santi Ippolito e Biagio

chiesasanippolitobiagio
Pieve dei Santi Ippolito e Biagio
La Pieve dei Santi Ippolito e Biagio è situata sul colle che sovrasta l'abitato di Castelfiorentino all'incrocio della via Volterrana Nord con il percorso di fondovalle della Via Francigena ed a poca distanza dai resti delle antiche mura fatte restaurare da Cosimo I dei Medici ed ancora oggi visibili assieme a due torri.

La Chiesa venne edificata nel 1195 presenta una facciata in laterizi con motivi in ceramica, tipica dell'architettura romanica in Toscana e simile alla Chiesa di San Giovanni Evangelista a Monterappoli.

Lateralmente, sul lato sinistro, si trova un campanile a vela che conserva tre antiche campane di cui una del 1253.

Il suo interno a navata unica, è interrotto da tre gradini che interrompono il presbiterio, mentre sull'abside è collocato un Crocifisso ligneo del XIV secolo, e nella nicchia del fonte battesimale si trovano degli affreschi raffiguranti San Pietro martire (1429) e Sant'Ippolito (1428).

. . . .

Oratorio di San Carlo

oratoriosancarlo
Oratorio di San Carlo
L'oratorio S. Carlo è situato nelle vicinanze dell'angolo tra le vie A. Testaferrata e corso G. Matteotti.

Venne costruito nel 1616 grazie alle offerte raccolte da un gruppo di ragazze dedite a studiare la dottrina Cristiana e dedicato al vescovo di Milano San Carlo promotore di un rinnovamento nella società Cristiana dando un nuovo impulso alla vita religiosa di quell'epoca.

L'edificio originale fu demolito e ricostruito nel 1885, in seguito ad ulteriori restauri è stato portato agli antichi splendori ed oggi è adibito a mostre e conferenze.

Chiesa di San Francesco

chiesasanfrancesco_1
Chiesa di San Francesco
Seguendo la direttrice per Siena, dopo Piazza Cavour e Via Palestro nelle vicinanze del Santuario di Santa Verdiana, si può ammirare sulla destra la Chiesa di San Francesco, un notevole esempio di architettura Francescana del XIII secolo.

Il suo esterno si presenta con la facciata interamente in cotto – come la Pieve di Sant'Ippolito e San Biagio e la Collegiata dei Santi Lorenzo e Leonardo - e decorata con antichi stemmi della famiglie nobili di Castelfiorentino come gli Attavanti (dai quali discende anche Santa Verdiana), gli Alberini, i Becci e i Benvenuti.

chiesasanfrancesco_part
Chiesa di San Francesco
Al suo interno a navata unica e soffitto a travi, restaurato nel 1600, è possibile ammirare gli affreschi di Giovanni del Biondo che rappresentano scene della "Vita di San Francesco", il "Martirio di San Paolo" e la "Crocifissione di San Pietro", ritornati dalla Sovrintendenza ai Beni Artistici dopo un lungo restauro.

Si trova inoltre una tavola di Taddeo Gaddi, uno dei collaboratori più fedeli di Giotto e raffigurante la "Madonna in Trono" e un Crocifisso ligneo policromo del secolo XIII

chiesasanfrancesco
Chiesa di San Francesco
Degno di nota è anche un ciclo di affreschi del 1700 realizzato dal pittore fiorentino Agostino Veracini e da Pietro Anderlini, ed una "Trinità" di Cenni di Francesco.

Il campanile della Chiesa di San Francesco porta due campane. Quella maggiore, si trovano scolpite tre medaglie a basso rilievo che raffigurano scene della vita di San Francesco, mentre sulla campana minore ci sono le immagini di Santa Verdiana e lo stemma dei Frati Minori.

Collegiata dei Santi Lorenzo e Leonardo

chiesasanlorenzoleonardo
Collegiata dei Santi Lorenzo e Leonardo
La Chiesa dei Santi Lorenzo e Leonardo è situata in Piazza del Popolo di fronte al Palazzo Comunale, tra via Tilli e via Pompeo Neri.
La Chiesa risale al XIII secolo, quando era al centro dell'antico Castello e era l'Oratorio del Comune.

Passata ai canonici di Sant'Ippolito nel 1502, come ricordato da una lapide posta sul portale d'ingresso, venne restaurata ed ampliata nel XVIII secolo con l'aiuto dell'architetto di Castelfiorentino Bernardino Ciurini. La Chiesa dei Santi Lorenzo e Leonardo, così come la Pieve dei Santi Ippolito e Biagio e alla Chiesa di San Giovanni Evangelista a Monterappoli, presenta una facciata interamente a mattoni.

Nel suo interno a navata unica è possibile ammirare un Crocifisso del 1300 di Giovanni Pisano oltre a varie reliquie e dipinti del fiorentino Annibale Gatti che risalgono al XIX secolo, raffiguranti le "Esequie di Santa Verdiana" (1870), la "Gloria di Santa Verdiana" (1862) e "Clemente VII in preghiera davanti all'altare dove è conservato il corpo di Santa Verdiana" (1881).

a-curiosita_toscana
Perchè la Collegiata è stata consacrata a due santi?
Forse non tutti sanno che il 10 Agosto del 1313 fu un giorno fortunato per gli abitanti di Castelfiorentino.
Continua a leggere >